6 Soluzioni alternative per uno sgabello Frosta di Ikea.

Da un tavolino a un appendiabiti, da uno scaffale a una bicicletta: le infinite varianti che può assumere lo sgabello Frosta grazie agli IKEA hackers.

ikea frosta hack

Del sito IKEAHackers si è già parlato molto on line e anche dell’intervento di IKEA dell’anno scorso: in cui si contestava la legittimità dell’utilizzo del marchio IKEA da parte della community.

IKEA ha successivamente fatto retromarcia, e oramai l’IKEA hack, ovvero il modificare/trasformare un mobile IKEA, è divenuta una moda che va oltre al sito: è diventato un modo di dire.

Senza bisogno di entrare nel sito della Community, che è oggettivamente invaso dai banner pubblicitari, basta cercare su Google o su Pinterest il nome di qualunque mobile IKEA seguito dalla parola hack e si trovano infinite soluzioni. Apprezzabili o meno.

Uno dei mobili più utilizzati dagli IKEA Hackers è lo sgabello FROSTA sia nella variante classica che in quella colorata.

Se la legge del karma si applica anche per i mobili, considerando come lo sgabello FROSTA abbia avuto un antenato -o una fonte ispiratoria- illustre, gli interventi degli hackers su di lui paiono più che legittimi. [Di certo a nessuno sarebbero saltati in mente sul modello di ARTEK che viaggia intorno ai 200€].

e60 artek frosta ikea

1. La prima soluzione è la più basilare: ovvero utilizzare le gambe dello sgabello Frosta come gambe per qualcosa di diverso. Ad esempio un tavolo per i bambini.


Ma e’ dalla seconda che iniziamo a divertirci.
Ovvero quando entrano in campo dei designer che prendono l’hack molto sul serio.


In particolare il designer svizzero Andreas Bhend che progetta tutte le seguenti soluzioni [le ultime in collaborazione con il designer canadese Samuel N. Bernier].
Ma andiamo con ordine.

2. Seconda soluzione trasformare lo sgabello Frosta in un mobile da parete.

frosta x Thomas Framnes

Foto: Thomas Framnes


Niente male, eh?
Ma Andreas Bhend non si è fermato qui.

3. Terza Soluzione: trasformare lo sgabello Frosta in un tavolino.


4. Quarta Soluzione: lo sgabello Frosta diventa un appendiabiti.


Andreas Bhend ha messo a disposizione su Issuu  le istruzioni passo passo per la costruzione dei tre hacks, scaricabili in pdf.

Poi, come si era detto, ha iniziato una collaborazione con Samuel N. Bernier dalla quale sono nati altri progetti sullo sgabello Frosta.

Samuel N. Bernier è un designer canadese che vive a Parigi, dove lavora per Le Fab Shop: una start up francese che si occupa di progettazione e stampa 3D.

Core77 nel 2012 scrive un articolo su Bernier, e sui paralumi da lui progettati e realizzati con la stampa 3D al fine di sostituire quelli di carta rotti delle lampade IKEA Regolit.
Ray Hu, l’autore del post, termina l’articolo caldeggiando l’ipotesi che Bhend e Bernier possano collaborare insieme su un IKEA hack.

E così avviene. I due designer si contattano, e Bhend prenderà un treno e lavorerà a Parigi con Bernier per la realizzazione dei due seguenti prototipi dove all’hacking dello sgabello Frosta si aggiungono parti realizzate con le stampanti 3D.

5. Quinta soluzione: trasformare uno sgabello Frosta in una bicicletta senza pedali.

draisienne bhend bernier


6. E infine la sesta e ultima soluzione: trasformare lo sgabello Frosta in uno slittino.

Slittino Bhend Bernier Frosta hack

 


Sia per la bicicletta che per lo slittino, nella pagina su Behance di Samuel N. Bernier trovate i link per scaricare l’intero progetto, o semplicemente le istruzioni di assemblaggio.

Le parti realizzate in 3D, per chi non possiede la stampante, sono acquistabili sul sito lefabshop.

2 responses to 6 Soluzioni alternative per uno sgabello Frosta di Ikea.

Cosa ne pensi?