E se collezionassimo posate di design?

Quale servizio di posate scegliere se si è amanti del Design? Alessi, Sambonet, Georg Jensen e Ittala propongono alternative progettate da nomi quali Gio Ponti, i fratelli Castiglioni, Arne Jacobsen, Marco Zanuso, Renzo Piano.
Una scelta che pare difficile, ma bellissima.

quale servizio di posate scegliere


Lo ammetto, finora vivevo serenamente in compagnia del mio servizio di posate di IKEA di nome DATA. Le vidi mentre stavo mettendo su casa, sfogliando una rivista: accanto a bicchieri di cristallo, piatti lussuosi e una tovaglia che costava più di 10 servizi DATA tutti insieme.
Le posate DATA -disegnate da Carl Gustaf Jahnsson–  mi piacevano proprio: erano in acciaio satinato, avevano una forma minimalista e slanciata. In particolare mi piaceva la forchetta. Il design dei rebbi della forchetta è quello che mi fa piacere o meno le posate, da sempre. In più costavano 19.99€ per un set da 6 persone.

Cosa non affatto secondaria visto le spese di una prima casa.

quale servizio di posate scegliere ikea data

Servizio di posate DATA di IKEA.
Designer: Carl Gustaf Jahnsson. Fuori Produzione.
Credits: IKEA.


Peccato però che a distanza di anni, la lega di acciaio delle DATA abbia presentato il conto, in termini di ruggine.
Vanno sostituite.
A questo punto, non essendo come allora spinta da altre priorità [procacciarmi un letto o un divano, ad esempio] ho cominciato a guardarmi attorno. Ovvero on line.

Di posate, on line, si parla pochissimo.
L’argomento è confinato per lo più ai forum sul matrimonio, alla voce lista nozze.
Parlandone con le persone, si scopre che, in maggioranza, nel 2016, sia chi si è sposato che chi no, mangia con servizi regalati dai parenti o presi coi punti dell’Esselunga, senza essersi mai posto più di tanto il problema.
Non è difficile crederci: visto che anche entrando nei negozi che vendono articoli per la tavola e la cucina, le posate sono relegate in un angolino polveroso vicino alla cassa.

Le posate, invece, sono oggetti affascinanti che hanno coinvolto architetti e designer nella loro creazione proprio per il loro essere un esempio quotidianamente tangibile della forma che si sposa con la funzione.

Non solo, le posate, avendo un minimo di attenzione nel non buttarle per sbaglio, hanno un’aspettativa di durevolezza ben superiore di piatti e bicchieri e meritano decisamente un investimento.

Bene. Quindi, a questo punto, quale servizio di posate scegliere?

Le prime che hanno attratto il mio interesse sono le posate Caccia di Alessi.

quale servizio di posate scegliere- caccia- alessi

Servizio Posate Alessi Caccia.
A partire da 55€ il set per una persona.


Disegnate nel 1938 da Luigi Caccia Dominioni e i fratelli Livio e Pier Giacomo Castiglioni, sono esposte al Museum of Modern Art di New York.
Gio Ponti le lodò per il magistrale equilibrio fra un’immagine ancora artigianale e il futuro industriale del casalingo.

È questo infatti che le rende ammalianti: il loro essere senza tempo e senza fronzoli. Elegantissime.
Personalmente adoro anche il vezzo della forchetta con solo tre rebbi ma, per chi non piaccia, esiste anche la versione da quattro.

Lo stesso terzetto, Luigi Caccia Dominioni e Livio e Pier Giacomo Castiglioni, è autore di un altro servizio di posate di Alessi: la serie “40”presentate al pubblico per la prima volta in occasione della VII Triennale di Milano del 1940. Sono  in acciaio inossidabile con manici in materiale termoplastico, di colore blu scuro.

Mi piacciono, ma la grazia del coltello delle Caccia resta imbattuta.

quale servizio posate scegliere alessi 40

Servizio Posate Alessi 40.
A partire da 69€ per 6 cucchiaini da caffè.

Di Achille Castiglioni, il terzo fratello, da Alessi, troviamo invece le posate Dry.

quale servizio di posate scegliere dry alessi

Servizio Posate Alessi Dry.
A partire da 54€ il set per una persona.


Anno 1982. Fu il primo servizio di posate prodotto da Alessi.
Si distinguono dalle altre -oltre che per la forma: impugnatura rettangolare, collo allungato, sagomatura della parte finale al fine di un’estrema funzionalità- per il fatto di essere lucide con il manico in acciaio satinato.
Hanno un’aria più moderna ed essenziale pur restando ricercate e ben distinguibili.

quale servizio posate scegliere-nuovo-milano-alessi

Servizio Posate Alessi Nuovo Milano.
A partire da 40€ il set per una persona.


Sempre Alessi, il servizio di posate Nuovo Milano di Ettore Sottsass, anno 1987.
Vincitore del Compasso d’Oro 1989.
Sottsass desiderava che le sue posate fossero “levigate come sassi dal mare”.
Mi piace l’equilibrio delle linee, in particolare quella del cucchiaio: mi ricorda una bella clessidra.

quale servizio di posate scegliere duna alessi

Servizio Posate Alessi Duna.
A partire da 30€ il set di 6 cucchiaini da tè.

Il servizio di posate Duna, di Marco Zanuso, prodotte da Alessi nell’ anno 1995, ma derivanti da un progetto di Zanuso per il concorso indetto dalla ditta americana Reed & Barton, nel 1959.

Il manico si stringe in alto creando una sorta di vita stretta: come negli abiti delle signorine di buona famiglia.

Infine, ancora da Alessi troviamo una vera chicca: le Rundes Modell disegnate nel 1906 da Josef Hoffmann, fondatore della Wiener Werkstätte e prodotte inizialmente dalla Wiener Werkstätte nel 1910-12 in argento. Il cucchiaio da tavola è proposto in due versioni: quella originale con la coppa trasversale (vedi, nella foto sotto, la forma del cucchiaino a destra) e quella con la coppa dalla forma comune (il cucchiaio, a sinistra).

quale servizio di posate scegliere rundes modell alessi

Servizio Posate Alessi Rundes Modell:
A partire da 99€  il set per una persona.


Passiamo a Sambonet e troviamo Gio Ponti.

quale servizio di posate scegliere gio ponti sambonet

Servizio Posate Sambonet di Gio Ponti. 1932.


Il servizio disegnato nel 1932.

Come le Caccia hanno qualcosa di senza tempo, a differenza delle Caccia evocano un’eleganza più essenziale, quasi maschile.

Il servizio da 24 pezzi, si trova in vendita a 398€ su Mohd.it.

quale servizio di posate scegliere conca gio ponti

Servizio di Posate Sambonet Conca di Gio Ponti.
A partire da 381€ il servizio da 24 pezzi.

Il servizio Conca, anno 1951.


In questo caso il design classico delle posate viene completamente stravolto proprio a seguito dello studio di Gio Ponti della funzione di ogni singolo pezzo.

Il coltello ha perciò una lama corta poiché “per tagliare noi utilizziamo solo la punta della lama, inclinata sul piatto”; la forchetta ha piccoli rebbi e una grande concavità perch頓per raccogliere il boccone noi usiamo solo la punta dei denti, e nella concavità della forchetta raccoglieremo il sugo”.

Passiamo a Georg Jensen.

quale servizio di posate scegliere- georg jensens- ARNE-JACOBSEN

Servizio di Posate Arne Jacobsen per Georg Jensen.
A partire da 60€ il set per una persona.


Il servizio di posate di Arne Jacobsen, in acciaio satinato, del 1957. Basti dire che sono le posate scelte da Kubric per 2001 Odissea nello spazio.

Il set da 4 pezzi per una persona costa 60€. Per 6 persone 290€.

Hanno un’aria ugualmente Space Age anche le posate disegnate da Jean Nouvel nel 2004.

quale servizio di posate scegliere jean nouvel

Servizio Posate di Jean Nouvel per Georg Jensen.
A partire da 19€ per una forchetta.


Fra le mie preferite, le posate di Henning Koppel.
Per prime le Caravel, anno 1957. In acciaio satinato, ma disponibili anche in argento.

[Mi ricordano un cono gelato. Sono graziosissime.]

quale servizio di posate scegliere CARAVEL

Servizio di Posate Caravel per Georg Jensen.
A partire da 59€ il set di tre pezzi per una persona.


Poi, le New York,  in acciaio satinato. Anno 1963.

quale servizio posate scegliere NEW YORK

Servizio Posate New York per Georg Jensen.
A partire da 60€ il set di 4 pezzi per una persona.

[Il coltello ha una forma perfetta. Dubbi sulla forchetta e la capacità dei rebbi di arrotolare bene gli spaghetti.]


La linea Copenhagen, disegnata da Grethe Meyer nel 1991, è disponibile in entrambe le finiture: lucida e satinata oltre a disporre di una declinazione dedicata per i bambini, con i rebbi più corti.

quale servizio di posate scegliere COPENHAGEN-Matte-

Servizio Posate Copenhagen per Georg Jensen.
A partire da 60€ il set da 4 pezzi per una persona.


Georg Jensen continua ad avere in produzione inoltre, sia in argento che in acciaio, le posate disegnate dal Principe Sigvard Bernadotte, anno 1939. Sembrerebbero disegnate negli anni ’60, non fosse per quella splendida impugnatura Art déco.

 

quale servizio di posate scegliere BERNADOTTE

Servizio Posate Bernadotte per Georg Jensen.
A partire da 80€ il set da 4 pezzi per una persona.


Infine, spostandoci presso la finlandese Ittala, troviamo i servizi di posate progettati da due architetti italiani: Renzo Piano e Antonio Citterio, entrambi del 1998.

quale servizio di posate scegliere ittala piano

Servizio Posate Piano per Ittala.
A partire da 254€ il servizio di 16 pezzi per 4 persone.

quale servizio di posate scegliere ittala citterio

Servizio Posate Citterio 98 per Ittala.
A partire da 150€ per il set di 16 pezzi per 4 persone.


Scegliere un solo e definitivo servizio di posate pare cosa ardua, e la prima soluzione che ho trovato è quella di non scegliere. Sia Alessi che Georg Jensen offrono la possibilità di acquistare un servizio da 1 persona per le diverse linee.

Riflettendoci, l’idea non è completamente folle. Possedere servizi scompagnati è oramai stato ampiamente sdoganato (dalle sedie, ai bicchieri, e anche alle posate: per chi colleziona quelle di argento) e potrebbe essere divertente pensare a una cena nella quale si debba accoppiare il commensale al designer.

[A chi finirebbero le Arne Jacobsen? a chi le Conca di Gio Ponti? a chi le Bernadotte e le Hoffmann?]

Inoltre, avere la possibilità di provare sul campo, ovvero a tavola, le posate, ci permetterebbe di comprendere se e quale designer abbia vinto la sfida della funzionalità e dell’ergonomia.

Non lo so. Sono indecisa.

Perché anche una tavola di sole Dry o Caccia o Copenhagen, non mi dispiacerebbe affatto.

Respond to E se collezionassimo posate di design?

Cosa ne pensi?