E se collezionassimo posate di design?

Quale servizio di posate scegliere se si è amanti del Design? Alessi, Sambonet, Georg Jensen e Ittala propongono alternative progettate da nomi quali Gio Ponti, i fratelli Castiglioni, Arne Jacobsen, Marco Zanuso, Renzo Piano.
Una scelta che pare difficile, ma bellissima.

quale servizio di posate scegliere


Lo ammetto, finora vivevo serenamente in compagnia del mio servizio di posate di IKEA di nome DATA. Le vidi mentre stavo mettendo su casa, sfogliando una rivista: accanto a bicchieri di cristallo, piatti lussuosi e una tovaglia che costava più di 10 servizi DATA tutti insieme.
Le posate DATA -disegnate da Carl Gustaf Jahnsson–  mi piacevano proprio: erano in acciaio satinato, avevano una forma minimalista e slanciata. In particolare mi piaceva la forchetta. Il design dei rebbi della forchetta è quello che mi fa piacere o meno le posate, da sempre.

Continue Reading

Lack00 Danish Lab: la passione per il Modernismo Danese.

Intervista a Claudio e Francesca di LACK00 DANISH LAB: un progetto nato nel 2014 dall’amore per il design scandinavo degli anni ’50.

intervista a Lack00 Danish Lab|irbtt.com


Uno degli angoli più sottovalutati dalle riviste d’arredamento è quello dedicato alla TV.
Fateci caso: nelle case illustrate da queste splendide fotografie la TV non c’è mai.
Ed è curioso perché è difficile trovare nel 2015 qualcuno che non abbia una TV, e pure di svariati pollici.

La verità è che per quanto le TV nel 2015 possiedano mediamente un buon design, non altrettanto è possibile dire del mobile TV.

Nel migliore dei casi è un oggetto anonimo.

Ed è un peccato, perché esiste invece un mobile che si sposa perfettamente con le linee leggere del piedistallo di una TV del 2015: la sideboard danese degli anni ’50.

Continue Reading

Design Letters e i caratteri di Arne Jacobsen

DESIGN LETTERS

Wooden Letters by Design LettersDesign Letters è un’azienda danese che ha esordito nel 2009 producendo lettere di legno da appendere al muro, con caratteri tipografici innovativi e freschi per il loro minimalismo [in un campo, le lettere decorative da parete, dove la fanno da padrone caratteri pieni di fronzoli con richiami alle baite alpine -per i più piccoli- o presunte ex insegne pubblicitarie -per i più grandi-].

Continue Reading

Me and My Moulton: per chi da bambino cadeva dalle sedie di design

Candidato agli Oscar 2015 come Miglior Cortometraggio di animazione, Me and My Moulton, ambientato nella meta’ degli anni ’60 in Norvegia, racconta la storia di una bambina di sette anni che desidera ardentemente una bicicletta e dell’imbarazzo sociale provocato dalle scelte poco convenzionali dei suoi genitori architetti.

Continue Reading

No more posts.