E se collezionassimo posate di design?

Quale servizio di posate scegliere se si è amanti del Design? Alessi, Sambonet, Georg Jensen e Ittala propongono alternative progettate da nomi quali Gio Ponti, i fratelli Castiglioni, Arne Jacobsen, Marco Zanuso, Renzo Piano.
Una scelta che pare difficile, ma bellissima.

quale servizio di posate scegliere


Lo ammetto, finora vivevo serenamente in compagnia del mio servizio di posate di IKEA di nome DATA. Le vidi mentre stavo mettendo su casa, sfogliando una rivista: accanto a bicchieri di cristallo, piatti lussuosi e una tovaglia che costava più di 10 servizi DATA tutti insieme.
Le posate DATA -disegnate da Carl Gustaf Jahnsson–  mi piacevano proprio: erano in acciaio satinato, avevano una forma minimalista e slanciata. In particolare mi piaceva la forchetta. Il design dei rebbi della forchetta è quello che mi fa piacere o meno le posate, da sempre.

Continue Reading

Perché andare all’IKEA nel 2016 e cosa acquistare.

Perché andare da IKEA anche se abbiamo già compiuti i 30 anni. Perché gli appassionati di Design la amano. Perché è più elegante possedere almeno un loro prodotto. Che cosa acquistare del catalogo IKEA 2016.

cosa comprare all'IKEA nel 2016


IKEA aprì il suo primo negozio in Italia nel 1989, a Milano. Negli anni ’90 la lampada da terra NOT, la libreria BILLY e il tavolino LACK invasero le stanze e le abitazioni degli studenti. Tuttora, a distanza di oltre 25 anni, IKEA viene identificata in primo luogo come un posto dove acquistare mobili e oggetti a buon mercato: per case o situazioni temporanee.

Continue Reading

Giocattoli di Design per grandi e bambini.

giocattoli di design per grandi e bambiniC’è qualcosa di più bello di regalare un giocattolo a un bambino? Forse sì.

Regalargli un giocattolo che possa accompagnarlo anche nella sua vita di adulto, diventando un oggetto d’arredo: prima di tornare ad essere di nuovo un giocattolo nella mano di un nuovo bambino.

Continue Reading

6 Soluzioni alternative per uno sgabello Frosta di Ikea.

Da un tavolino a un appendiabiti, da uno scaffale a una bicicletta: le infinite varianti che può assumere lo sgabello Frosta grazie agli IKEA hackers.

ikea frosta hack

Del sito IKEAHackers si è già parlato molto on line e anche dell’intervento di IKEA dell’anno scorso: in cui si contestava la legittimità dell’utilizzo del marchio IKEA da parte della community.

IKEA ha successivamente fatto retromarcia, e oramai l’IKEA hack, ovvero il modificare/trasformare un mobile IKEA, è divenuta una moda che va oltre al sito: è diventato un modo di dire.

Continue Reading

5 soluzioni per arredare una parete

Per appendere una stampa, una fotografia o i disegni dei propri bambini, non sempre è necessaria una cornice: esistono altre -eleganti e moderne- soluzioni.

5 soluzioni per arredare una parete|irbtt.com

Esiste un momento di transizione dall’adolescenza all’età adulta, nel quale si registra il passaggio dall’appendere stampe-poster-fotografie direttamente alla parete, al volerle proteggere, caratterizzare o nobilitare con una cornice.

E’ sempre necessario? No.

Ciò con cui decidiamo di decorare una parete dovrebbe essere anzitutto qualcosa che ci piace avere davanti agli occhi: e i nostri gusti, come i nostri umori, per fortuna cambiano.

Possono quindi esserci soluzioni veloci, che rispondono all’impulso primario di vedere le nostre fonti di ispirazione immediatamente appese, e riescono ad essere oltre che economiche e facili da realizzare anche eleganti.

Ne abbiamo identificate cinque.

Continue Reading

I cataloghi IKEA degli Anni ’50

Il Mid Century Modern è tornato di moda e le copertine dei cataloghi IKEA degli anni ’50 acquistano un fascino che va oltre la loro storia.

cataloghi ikea anni 50

Il primo negozio IKEA in Italia aprì a Milano solo nel 1989. Ma IKEA viene fondata nel 1943 da un ragazzino di soli 17 anni di nome Ingvar Kamprad che aveva iniziato vendendo scatole di fiammiferi porta a porta, ai quali ha poi aggiunto penne, portafogli, cornici, orologi, gioielli, calze di nylon, e solo nel 1948 mobili.

Uno degli aspetti più interessanti è il fatto che nasca prima il catalogo IKEA -nel 1951- del negozio IKEA [a Älmhult, in Svezia, nel 1958].

Continue Reading

No more posts.