Lo stile Urban Jungle: come arredare con le piante da interni.

Che cos’è lo stile Urban Jungle e la moda della piante tropicali. Quali piante scegliere in base al proprio appartamento e alla propria indole.

urban jungle la moda di arredare con le piante da interno

Facciamo una doverosa premessa: questo post non è indirizzato necessariamente a provetti giardinieri.

Certo, siamo tutti consapevoli che si tratti di cose vive e se ce ne morrà una saremo più dispiaciuti che se macchiassimo un cuscino del divano. Ma potrebbe anche dispiacerci di più per il cuscino.
Negli anni ’80, di cui abbiamo parlato anche qui, la presenza di almeno una pianta in casa in Italia era uno standard. Progressivamente, la presenza del verde negli interni è andata scomparendo. Le abitazioni sono diventate più piccole, il tempo a nostra disposizione si è assottigliato.

Io sono dell’idea che molta della responsabilità vada anche ascritta a fiorai e vivaisti che, nella maggioranza dei casi, per i privati hanno proposte poco entusiasmanti e ripetitive: la stella di natale, il ciclamino, l’orchidea, la composizione di cactus, etc.
E se ci avventuriamo a comprare qualcosa di diverso nessuno ci ferma per dire: dove la vuoi mettere? Guarda che è una pianta da esterno, con il riscaldamento ti muore.

Non è che non abbiamo il pollice verde: è che spesso compriamo le piante sbagliate.
La spinta e la direzione giusta paradossalmente negli ultimi anni sta arrivando proprio dall’arredamento degli interni. Riviste, siti, blog, ci mostrano degli appartamenti dove le piante presenziano in primo piano.

Credits: Nor Toma via Freunde von Freunden

Credits: Nor Toma via Freunde von Freunden

Interior. Credits: Design Milk.

Interior. Credits: Design Milk.

 

Sono piante rigogliose, a volte ingombranti, che nulla hanno a che vedere con il minimalismo e la costrizione di un ambiente interno, o le cure maniacali di un esperto. sono piante che invadono spazi per loro insoliti (librerie, mensole, tavolini).
Si tratta per lo più di piante tropicali.

Da qui la tendenza di definire questo tipo di arredamento Urban Jungle.

La prima cosa da definire sono gli spazi e la luce che abbiamo a disposizione: poi scegliamo le piante.

urban jungle interior senecio ficus elastica

Credits: irbtt.com

 

Potendo disporre di qualche mq in una stanza, è possibile optare per una pianta da interno di grandi dimensioni che ha la capacità di donare eleganza e un senso di intimità anche all’ambiente più spoglio.

 

Ficus Lyrata. Credits: Old Brand New.

Ficus Lyrata. Credits: Old Brand New.


Una delle piante più scenografiche è il Ficus Lyrata molto di moda negli Stati Uniti, nota con il nome di Fiddle Leaf Fig Tree. E’ una pianta da appartamento che richiede però abbastanza attenzioni: una esposizione luminosa, umidità, frequenti annaffiature in estate, un occhio alle foglie che rischiano di bruciarsi per i raggi di sole, o al contrario di cadere in caso di stagnazione dell’acqua. Un articolo molto divertente di Michelle Slatalla su Gardenista riporta le sue peripezie con il suo Ficus, e il marito.

 

monstera deliciosa leaves urban jungle piante da appartamento

Monstera Deliciosa. Credits: irbtt.com



Un’altra pianta da interni di sicuro impatto visivo è la Monstera Deliciosa, una delle nostre preferite, alla quale abbiamo dedicato alcuni mesi fa un post tutto per lei.

 

Strelitzia Nicolai. Credits: Coffee and Ferns

Strelitzia Nicolai. Credits: Coffee and Ferns


Una pianta da appartamento in grado di dominare un ambiente è la Strelitzia Nicolai, altrimenti detta Uccello del Paradiso o White Birds of Paradise. Anche lei richiede un’esposizione luminosa, ma è meno esigente di quanto le dimensioni possano lasciare intendere.

 

kentia indoor piante da appartamento urban jungle

Kentia. Credits: irbtt.com

Ficus elastica indoor Credits: Black Bird.

Ficus Elastica. Credits: Black Bird.


Scelte sempre valide possono essere la Kentia e il Ficus Elastica, piante resistenti anche ai peggiori maltrattamenti purché sia disponibile un po’ di luce.

Chiudono il cerchio invece due piante che possono fare la felicità di chi si sente portatore sano di un pollice nero.

La Zamioculcas e la Sansevieria sono piante che necessitano pochissima acqua e sopravvivono anche con poca luce. In sostanza una volta acquistate ce se ne può dimenticare o quasi.

Sansevieria. indoor plant Credits: irbtt.com

Sansevieria. Credits: irbtt.com

Zamioculcas. zz plant. indoor plant Credits: irbtt.com

Zamioculcas. Credits: irbtt.com

 

I risultati più interessanti nello stile d’arredo Urban Jungle si ottengono però non solo con un esemplare importante ma con una PLANT GANG, definizione azzecatissima coniata dal sito URBANJUNGLEBLOGGERS.

 


Le piante si raggruppano intorno a tavolini, e in mancanza di spazio invadono mensole, librerie, scendono dal soffitto, circondano o occupano la vasca da bagno.

urban jungle in bathroom

Credits: Mario Prima de Rivera via AD Spagna.


Dovendo puntare a un effetto d’insieme si può optare anche per piante tradizionali come il Pothos o la Dieffenbachia.
Una pianta da interni le cui foglie sembrano dipinte da Matisse è la Calathea.

calathea plant urban jungle piante da appartamento Credits: irbtt.com

Calathea. Credits: irbtt.com

senecio string of pearls urban jungle pianta da appartamento

Senecio Rowleyanus. Credits: irbtt.com

pilea glauca plant urban jungle piante da appartamento

Pilea Glauca. Credits: irbtt.com


Possiede anche la adorabile caratteristica di aprirsi e chiudersi come un fiore in base alla luce [fototropismo].
La Calathea richiede zone ombrose -bene- ma è piuttosto delicata e necessità molta umidità -molto male-.
Un’altra pianta da interni dall’aspetto al contempo grazioso e curioso è il Senecio Rowleyanus.


Una specie più resistente del Senecio -che continua a morirmi ed io testardamente a riacquistare-  è la Pilea. Capace di tollerare le peggiori angherie e privazioni.


Ne esistono numerose varianti, fra le quali la Pilea Peperomiodes, nota anche come Chinese Money Plant e molto di moda oltreoceano.

Pilea Peperomiodes urban jungle plant pianta da appartamento

Pilea Peperomiodes Credits: designotradgard


Oltre ad essere una pianta graziosa -anche da sola in un piccolo vasetto- essendo di facile propagazione possiede la curiosa storia di essere passata di casa in casa prima di essere classificata dai botanici.

Per chi ha pochissimo spazio e tempo da dedicare al verde una soluzione creativa e divertente è quella del terrarium.

 

terrarium urban jungle piante da interno

Terrarium. Credits Kali Vermès via Poppytalk


Un vaso, una boccia o un barattolo in vetro, o una piccola serra in miniatura [si trovano da Urban Outfitters o IKEA] possono contenere piccole piante tropicali o grasse. Si possono anche introdurre minerali e  piccole figure creando dei diorama.

Credits: Kindra Clineff via yankeemagazine

Credits: Kindra Clineff via yankeemagazine


Infine per chi non ha spazio, tempo, luce e soprattutto voglia di sporcarsi le mani, ma vorrebbe comunque del verde in casa, possono esserci delle soluzioni divertenti senza ripiegare sulle piante finte.

 

Grass-Normann-Copenhagen Grass-Normann-Copenhagen-

I vasi Grass di Normann Copenhagen ad esempio.
Cacti Coasters

Cacti Coasters 2

L’adorabile Cacti Coasters di Clive Roddy perfetto per una scrivania: i sottobicchieri salvono il piano da macchie e ricomporlo è un ottimo antistress.

One response to Lo stile Urban Jungle: come arredare con le piante da interni.

Cosa ne pensi?